| MR2 Club Italia - Forum |
| MR2 Club Italia - Forum |
MR2.ita.co | Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ

 All Forums
 TUNING
 Tuning Hi-FI & elettronica
 Gli altoparlanti

Note: You must be registered in order to post a reply.
To register, click here. Registration is FREE!

Screensize:
UserName:
Password:
Format Mode:
Format: BoldItalicizedUnderlineStrikethrough Align LeftCenteredAlign Right Horizontal Rule Insert HyperlinkInsert EmailInsert Image Insert YouTube Insert CodeInsert QuoteInsert List
   
Message:

* HTML is OFF
* Forum Code is ON
Smilies
Smile [:)] Big Smile [:D] Cool [8D] Blush [:I]
Tongue [:P] Evil [):] Wink [;)] Clown [:o)]
Black Eye [B)] Eight Ball [8] Frown [:(] Shy [8)]
Shocked [:0] Angry [:(!] Dead [xx(] Sleepy [|)]
Kisses [:X] Approve [^] Disapprove [V] Question [?]

  Check here to include your profile signature.
   

T O P I C    R E V I E W
robytel Posted - 24 Jul 2005 : 20:03:24
Parliamo ora di ALTOPARLANTI :
Ve ne sono purtroppo di tanti tipi e dimensioni, dico purtroppo perche’ l’ideale sarebbe avere un altoparlante che sia in grado di riprodurre in modo omogeneo tutte le frequenze udibili, cosa che allo stato attuale della tecnologia e’ difficilmente fattibile!
Come chiunque puo’ constatare , normalmente un altoparlante e’ composto da una parte “fissa” (cestello e magnete) e una mobile (cono e bobina) , di solito piu’ l’altoparlante e’ piccolo piu’ si presta a riprodurre frequenze alte.
Esistono diversi tipi di altoparlanti, analiziamo brevemente quelli “standar”:
Tweeter: E’ un piccolo altoparlante adatto a riprodurre la parte alta di frequenze (dai3 khz ai 20 khz), di solito ha un cono “rovesciato” che si chiama cupola composto da materiali svariati e bizzarri (seta, titanio, tecnopolimeri strani, leghe varie…) le dimensioni medie della cupola vanno si attestano sui 2-3cm.
Midrange: puo’ essere fatto come un tweeter ma un po piu’ grande , per la descrizione vedi sopra. La gamma utile in questo caso va dal 1khz ai 7-10 khz anche se di solito se si deve scendere a frequenze dell’ordine del khz si preferisce usare un medio a CONO, questi e’ fatto nel modo tradizionale, con un cono di carta trattata o fibre composite dal diametro di 8-10 cm circa , in questo caso la frequenza utile puo’ partire anche da 500 hz.
Woofer : E’ il classico altoparlante da 13 o 16 cm che tutti abbiamo sulle nostre vetture, ve ne sono anche da 10cm e ovviamente anche da 20/30/40…Un woofer classico ha delle caratteristiche tali per cui mal si adatta a riprodurre le frequenze medie, quindi e’ consigliabile usarlo in un tre vie con un medio e un tweeter. Per ovviare a questo inconveniente nel settore car sono stati sviluppati degli altoparlanti chiamati MIDWOOFER in grado di coprire in modo efficace anche la gamma media.
In questo modo anche un due vie composto da Midwoofer e tweeter riesce a coprire tutta la gamma di frequenze utile.
Subwoofer: sono altoparlanti particolarmente grandi e “corpulenti” adatti a riprodurre le frequenze bassissime….e mi fermo qui in quanto spesso fanno piu’ danni di un elefante in un negozio di cristalli!!
Bhe, ora una spiegazione la devo dare: Spesso, anzi, SEMPRE, si giudica un impianto dal diametro del subwoofer e da quanti watt vengono usati per pilotarlo, nel 99% degli impianti che ascolto il Sub e’ mal tarato, la gamma bassa e’ troppo esaltata, lenta e rimbombante e cosa peggiore il sub e’ localizzabile, ovvero “senti” dove si trova, cosa che in un impianto appena decente non deve accadere…….immagina di ascoltare un assolo di batteria con piatti e rullante di fronte a te e la cassa sentita dietro le spalle!!!!!
Come si e’ capito…io odio i subwoofer, e ne consiglio l’installazione SOLO ed ESCLUSIVAMENTE quando si e’ ottenuto un ottimo ( …non buono, ho detto OTTIMO) risultato sul sistema di altoparlanti frontale.

COMPONIAMO UN SISTEMA DI ALTOPARLANTI

Dopo aver speso migliaia di euro per un sintocd e per un buon amplificatore ora dobbiamo progettare il nostro sistema di altoparlanti. Da dove partiamo?? Prima di tutto da quanto sono disposto a spendere , ovviamente se ho speso tutto per cd e ampli e mi restano 100 euro per le casse vuol dire che sono un vero pirla!!! Quindi per prima cosa equilibrio!! Ricordate sempre che un impianto hi-fi e’ sempre condizionato dall’anello piu’ debole da cui e’ composto!!
Allora diciamo di avere a disposizione una cifra ragionevole che ci permetta di scegliere tra piu’ soluzioni: Innanzitutto analizziamo la vettura, vediamo dove sono le predisposizioni anteriori…ALT!!! Ho detto anteriori, non azzardarti a guardare il pianale posteriore!!! E le portiere posteriori!! Il sistema di altoparlanti VA MONTATO SOLO DAVANTI !! ….fatti questa domanda: ma quando vado ad un concerto ascolto per caso dando le spalle al cantante??!!?? Bene, se vedete impianti “da gara” con altoparlanti “strani” messi posteriormente ( esclusi subwoofer che solitamente sono dietro nell’apposito box) sappiate che servono per altre cose….ora non vi interessano!
Prendiamo sempre la nostra amata MR2 , la predisposizione ci offre alloggiamento per woofer e tweeter in portiera, volendo ci puo’ stare anche un medio tagliuzzando qua e la….ma per ora limitiamoci ad esempio ad un due vie con Midwoofer da 16cm e tw .
Smontiamo la cartella della portiera per vedere come e’ la situazione, scopriamo che il woofer ha una strana flangia di fissaggio fatta di plastica e il tweeter e’ fissato con un astina di metallo alla portiera, Bene, ora svitateli e buttateli nel cestino!!!!
Esistono delle leggi fisiche nell’elettroacustica , una delle quali dice che un altoparlante deve avere un “volume di carico” specifico per poter funzionare correttamente, in poche parole un altoparlante lavora bene se e’ messo in una cassa chiusa. La portiera della M vi sembra una cassa chiusa???? E’ tutto un buco direi!!! Pensate che il vostro altoparlante nuovo pagato 300 euro sia contento di lavorare in un siffatto modo?? Direi di no!!! Allora che fare?? …semplice : E’ FONDAMENTALE, IN UN INSTALLAZIONE A PORTIERA, ESEGUIRE UNA MANIACALE INSONORIZZAZIONE DELLA PORTIERA STESSA!!!!!
Insonorizzare significa principalmente ISOLARE e IRROBUSTIRE. Come si fa??? Qualche esempio qui
http://www.carhifi-eu.com/nuke/html/modules.php?name=guide&page=insonorizzazione.html
Per fare un buon lavoro non e’ necessario usare componenti costosissimi, ma si puo’ utilizzare del materiale reperibile da un buon carrozziere: il prodotto piu’ usato si compone di fogli di materiale bituminoso spesso un paio di mm e adesivo da un lato, lo si taglia a mattonelle e lo si applica sul metallo della portiera nella zona dietro il magnete dell’altoparlante,. Volendo fare un bel lavoro lo si applica praticamente su tutta la lamiera, ovviamente per prima cosa si toglie la pellicola trasparente installata di serie sulla nostra vettura. La seconda fase consiste nel farsi una flangia per adattare perfettamente l’altoparlante alla portiera, questa flangia deve essere robusta , consiglio come materiale del mediumdensity da 20mm (non usate del truciolare….)oppure esistono anche di metallo ( sono costosi e di difficile reperibilità’…a meno che non abbiate un tornio e un bel pezzo di alluminio…). La flangia deve essere fissata MOLTO SALDAMENTE alla portiera !!! Ultima fase la copertura dei fori (…voragini…) della portiera “lato interno macchina”. Si possono usare le stesse mattonelle usate in precedenza, avendo cura magari di sovrapporne una con l’altra in modo da creare uno strato piu’ spesso e resistente, e per farle aderire meglio usate un phon ad altatemparatura, facendo attenzione a non “colarle “ troppo. Non lesinate con il materiale!!! Prendetene e mettetene in abbondanza !!! toppate piu’ buchi possibili!!!
Una volta fatto cio’ noterete che la porta e’ un po’ piu’ pesante ( per fare un bel lavoro ci vogliono 2 – 3 kg di materiale….) e molto piu’ “sorda “ al tatto, cioe se picchiettate con la mano il lato esterno della portiera il “toc” che sentirete e’ molto piu’ pieno di prima.
Esistono anche prodotti specifici per l’insonorizzazione, sono ottimi, vanno benissimo…ma hanno un difetto ……sono costosissimi !! Quindi vanno bene solo se state facendo un impianto di altissima qualita’ altrimenti non ne vale la pena di spendere 500 euro per insonorizzare le portiere!!!!
Questi hanno ogni ben di dio !!! http://www.dynamat.com
Ora che avete insonorizzato, anche un misero altoparlante economico suonera’ bene…figuratevi un ottimo altoparlante!!
Ora fissate l’altoparlante, e se possibile procuratevi un foglio di materiale spugnoso tipo “neoprene”…io ho trovato buono anche il” tappetino per fare gli addominali “ !!! Tagliatelo seguendo la forma della pellicola trasparente montata di serie e appoggiatelo alla portiera magari con un po di silicone o di nastro biadesivo, controllate di avere fatto tutti i forellini per gli incastri e per le viti e chiudete la cartella, la quale appoggiando sulla spugna ridurra di un bel po’ tutte le sacrosante vibrazioni e rumorini vari……..
Ok, il woofer e’ finito…e il tweeter??? Vi ricordate in precedenza cosa ho detto? Che se il tw e’ piu’ vicino al vostro orecchio rispetto al woofer , vi sara’ uno “sfasamento” nei tempi in cui i suoni arriveranno alle vostre orecchie………allora se prendete un metro e misurate la distanza tra il centro del woofer e la vostra testa scoprirete anche a che distanza dovrebbe essere il tweeter. Ora la predisposizione di serie’ e’ troppo vicina……una buona soluzione e’ quella di mettere il tw alla base del montante, il piu’ arretrato possibile.. Vi consiglio di farvi una basettina di legno o di altro materiale fissata al montante con del velcro adesivo o del nastro spugnoso biadesivo su cui fissare il tweeter. Perche questo?? Semplice, perche per trovare la posizione ideale del tw dovrete fare innumerevoli microspostamenti, accompagnati ogni volta da una sessione di ascolto!!! Per partire mettetelo nell’angolo in basso, rivolto verso il “poggiatesta” del sedile del lato opposto.
A questo punto abbiamo una buona base di partenza, ora bisogna costruire i filtri.
“Filtri” e’ un po’ generico, vuol dire tutto e nulla, se prendete un kit gia’ fatto magari vi puo’ andar bene la frequenza di taglio, ma i livelli di emissione del tweeter li dovrete sicuramente modificare.
Se li volete fare voi….o siete un po’ pratici con condensatori , bobine e resistenze oppure non iniziate neppure!!! E’ troppo complicato parlare in questa sede di “come si progetta un filtro” …al limite guardate qui: http://www.serenoeditore.com/tecnologie/cross.htm
Allora, avete gia’ il vostro filtro, simmetrico, cioe’ uguale per ogni canale, accendete il tutto e…..l’impianto suona schifosamente, con gli alti sparatissimi e la voce tutta a sinistra……tutto normale direi.
Procuratevi un cd con inciso il rumore rosa….cos’e???? rumore rosa…che cavolo e’? e semplicemente scscscscssshhhhhhhhh…….. http://www.francescomarino.net/analisi/rosa.htm
Poi serve una traccia per definire il canale sx , quello dx e il centro del palco, in pratica e’ la voce di un omino che si sposta da un estremo all’altro del “palcoscenico virtuale”, in pratica da una parte all’altra del cruscotto……Poi serve una voce centrale in fase e in controfase….quanta roba ne??
Tutte queste tracce sono recuperabili in rete, oppure possiamo fare un link sul nostro fantastico sito per poterle scaricare, visto che sono tracce non coperte da diritti.
Allora, staccate i fili dei woofer e fate andare solo i tweeter, avviate il rumore rosa a volume basso, chiudete gli occhi e cercate di capire da dove viene lo scscschhhhhhhhhhh……dovreste sentirne la provenienza da due punti distinti, uno piu’ forte a sx e uno piu’ debole a dx…….bene, a questo punto dobbiamo fare in modo che il rumore percepito sia simile, quindi armiamoci di resistenze e saldatore e attenuiamo, mettendo una resistenza in serie, il tweeter di sinistra….ovviamente se non sappiamo cos’e’ una resistenza dobbiamo procurarci un amico “smanettone”che ci capisca qualcosa. Gia’ qui dobbiamo perdere un bel po di tempo, vi consiglio di iniziare con una resistenza da 3.3 ohm, valutando poi’ se e’ meglio aumentare o diminuire con valori 4.7 oppure 2.2 ohm…dopo una decina di prove e un paio d’ore perse sarete riusciti a trovare un buon bilanciamento dei tweeters. A questo punto colleghiamo anche i woofer e facciamo suonare un brano qualsiasi…sicuramente la gamma alta sara’ ancora troppo presente, ricordiamoci di fare suonare l’impianto per qualche ora a volume medio per rodare gli altoparlanti, soprattutto il woofer.
Dopo qualche giorno di rodaggio riarmatevi di resistenze e saldatore, perche’ dobbiamo “bilanciare” il woofer con il tweeter. Questa cosa va fatta ad orecchio…..ovviamente un installatore riesce a farla velocemente e bene……una persona alle prime armi un po’ meno.
Di solito il tw e’ piu’ efficiente del woofer per cui entrambi i tw vanno attenuati allo stesso modo ( avete gia’ attenuato quello di sx con una resistenza che non dovete piu’ toccare !!) Quindi dopo una prova d’ascolto valutate se ci sono troppi alti e iniziate sempre con una resistenza da 3.3 ohm sia da una parte che dall’altra ( sul tw di sx avrete due resistenze in serie), puo’ anche darsi che il sistema risulti ben bilanciato senza mettere altre resistenze, in questo caso tanto meglio. Se invece le resistenze ci vogliono , dovete, una volta trovato in giusto bilanciamento, rimettere il rumore rosa , staccare i woofers e verificare che il bilanciamente tw dx e sx sia ancora esatto, se non lo fosse andate a modificare leggermente la prima resistenza, quella del tw di sinistra sino ad ottenere un buon risultato, riattaccate i woofers. Attenzione, le resistenze vanno messe prima dei componenti del crossover, non vanno messe assolutamente dopo in quanto potrebbero generare delle variazioni della frequenza di taglio !!
A questo punto abbiamo ottenuto un impianto bilanciato per l’ascolto dal lato guida, ora se ascoltiamo un brano musicale idoneo, tipo un pezzo di musica sinfonica noteremo che gli strumenti musicali sono messi sopra il cruscotto, presenti da un montante all’altro e timbricamente ben bilanciati. Abbiamo creato un ottimo impianto ??? no !!! naturalmente!!…ora dobbiamo sistemare le fasi!!! Se fossimo al concerto che stiamo ascoltando in auto vedremmo piu’ o meno i violini all’estrema sinistra, gli ottoni al centro piuttosto il alto, i fiati sotto gli ottoni, i violoncelli e i contrabbassi sul lato destro e il soprano che canta davanti a tutti gli strumenti al centro del palco.
Ora nella situazione attuale nella nostra vettura notiamo una compressione degli strumenti sul lato sinistro, ovvero non riusciamo a distinguere la posizione dei violini degli ottoni dei fiati e del soprano, ci sembra che siano tutti dietro al volante, ci sono buone probabilita’ che che violoncelli e contrabbassi siano piazzati abbastanza bene sul lato destro.
Ora e’ indispensabile avere un sintocd dotato di ritardi temporali, cioe’ di un meccanismo in grado di ritardare l’emissione di un canale rispetto all’altro, se questa cosa non e’ presente nel vostro sintocd purtroppo il gioco per voi si ferma qui…..esistono anche metodi per creare ritardi utilizzando componenti passivi ( condensatore, bobine, resistenze….), ma e’ un campo talmente complesso e delicato da sconsigliarne l’approccio !!!!
Mettiamo sul cd la traccia che fa la voce al centro del palco, e mentre lo speaker parla regoliamo il ritardo del canale sx sino a sentire la voce in mezzo al cruscotto, vi consiglio di fare questa operazione…ad occhi chiusi !! si, avete capito bene, chiudendo gli occi il vostro cervello si fidera’ solo delle orecchie, e non rischierete di farvi distrarre da altri fattori !!
A questo punto mettete la traccia dove lo speaker dice “ in fase” e “fuori fase”, in fase sentirete la voce al centro del palco, fuori fase la sentirete agli estremi del cruscotto e con una timbrica fastidiosa.
Puo’ anche darsi che per una fortunosa serie di eventi il vostro impianto possa essere “in fase” anche senza usare i ritardi temporali…a me non e’ mai capitato.

RICAPITOLIAMO I CONCETTI FONDAMENTALI

Ricordate che:
Meno altoparlanti ci sono in un sistema piu’ facile sara’ regolarne i livelli e le fasi. Immaginate, c’e gia’ casino in un due vie….figuratevi un 5 vie con doppio woofer da 16, medio in portiera, medioalto a cruscotto, tweeter a montante e super tweeter sopra di esso……tutti gli altoparlanti a distanze diverse !!! Mettere in fase un siffatto sistema e’ pressoché impossibile, o meglio possibile con centinaia di ore di lavoro e di ascolto…..e alla fine il risultato non e’ all’altezza dei soldi spesi.

Gli altoparlanti e’ meglio che siano alla stessa distanza dal punto di ascolto per i motivi prcedentemente descritti.

L’impianto suonera’ come il suo componente peggiore, quindi tutti i componenti devono appartenere alla stessa “categoria”.

Perdete tempo nell’insonorizzare la portiera, ne sarete ripagati !!

Cercate di ascoltare con le orecchie e non con gli occhi.

…….Non cercate di fare tutto e subito, abbiate pazienza , a volte per un due vie si perdono decine di serate .

E' praticamente impossibile ottenere un ascolto "simmetrico " in una vettura convenzionale e utilizzando un progetto di altoparlanti convenzionali. quindi l'impianto e' tarato per il guidatore!!, il passeggero sentira' la musica compressa alla sua destra......
Ovviamente vi sono anche sistemi che prevedono una certa simmetria dei risultati, ne ho ascoltati di validi...pero' sono impianti complessi che poi' creano altri inconvenienti,.

Nella prossima puntata parleremo ancora di palcoscenico e tridimensionalita’, e analizzeremo anche i componenti secondari di un impianto, cavi, connettori, batteria, rumore di fondo ….














15   L A T E S T    R E P L I E S    (Newest First)
lucifer978 Posted - 24 Nov 2011 : 11:19:24
Mi era sfuggito questo post :P

STRAQUOTO Cekka, la fonte fa il 50% della qualità sonora, e dal mio punto di vista non è il caso di risparmiare su quella, una volta che la fonte è adeguata si parte dalle casse, se possibile (per il budget) anche amplificatore/ri, e a seguire cablaggi professionali al posto della predisposizione di serie...

Seguendo questa scaletta l'orecchio ne gode ;)

Per quanto riguarda il caricatore CD, se acquisti una fonte con porta USB o SD, ti dimenticherai di aver avuto bisogno del caricatore CD (a patto di usare MP3 con una buona qualità audio)

In ogni caso spendere meno di 400 € per la fonte difficilmente ti darà un risultato tangibile a orecchio, e difficilmente la creazione di un impianto completo (fonte casse ampli cavi) ti costerà meno di 1000 eurozzi ;)

Chiaramente si parte da un migliaio di €, ma non c'è limite al quanto in alto possa arrivare la cifra totale, sopratutto in base a che intenzioni hai
:)
Cekka Posted - 24 Nov 2011 : 10:52:11
Si ma considera che per un lettore DVD con schermo che sia anche una buona sorgente con meno di 400€ è difficile che te la cavi (solo per lui, poi dovresti aggiungere il resto)
ironmaiden Posted - 24 Nov 2011 : 00:34:17
ok grazie cekka, mi sa che x ora non faccio un cacchio, cambierò più avanti lo stereo con un lettore dvd e metterò pure le casse nuove, spero non passi troppo tempo... ciao!!
Cekka Posted - 18 Nov 2011 : 01:25:59
Presupposto che cosa buona e giusta prevederebbe una buona sorgente + amplificatore + buon kit casse e che con meno di 600€ non ce la si fà, bisogna capire un pò quali sono le tua aspettative.

Secondo me con quella cifra non puoi ottenere gran che e le case della M (almeno della post2003, non so se cambi qualcosa rispetto a prima) non sono neanche inascoltabili rispetto a tante altre casse di serie.

Secondo me il minimo sarebbe cambiare sorgente (autoradio) e casse con una spesa di 250 - 300€.
Altrimenti non credo potresti avvertire differenza, anche solo per il fatto che in uscita l'autoradio di serie se non sbaglio ha 25W oltre al fatto che come sorgente non brilla per qualità...

Potresti provare con un kit base come questo, te la caveresti con meno di 100€:
http://www.electomania.it/shop/product_info.php?products_id=244

Ma non aspettarti sicuramente grandi cose...
ironmaiden Posted - 17 Nov 2011 : 20:24:07
Ciao, volevo cambiare le casse dell'mk3 tenendo lo stereo originale, pensate si riesca a migliorare un pò la qualità dell'audio o non vale la pena? Voglio spendere poco max 100 euro. Avevo chiesto in un negozio e mi hanno detto di cambiare l'autoradio ma mi trovo bene col caricatore originale e quindi voglio tenerlo.
Ciaoooo
matteo.r1 Posted - 10 Apr 2008 : 23:26:27
quote:
Originally posted by fild7

quote:
Originally posted by adrianoMR

ottimo lavoro Roby. ma......... per la MR non e bisognio. basta sentire il sound del motore....... e la piu bella musica.

daccordo, ma non è che abbiamo un V12 eh?!




Nooo...non è un v12????uffa...va be...vorra dire che pesa di meno...
fild7 Posted - 10 Apr 2008 : 09:08:00
quote:
Originally posted by adrianoMR

ottimo lavoro Roby. ma......... per la MR non e bisognio. basta sentire il sound del motore....... e la piu bella musica.

daccordo, ma non è che abbiamo un V12 eh?!
pietromr2 Posted - 10 Apr 2008 : 08:46:15
Complimenti roby!!!
Direi veramente esauriente
(Perchè non farlo diventare un articolo sul sito? magari anche con foto di chi ha lavorato sull'impianto della m...)
adrianoMR Posted - 09 Apr 2008 : 22:08:28
ottimo lavoro Roby. ma......... per la MR non e bisognio. basta sentire il sound del motore....... e la piu bella musica.
Mirketto78 Posted - 17 Aug 2005 : 16:31:07
Fonomat è un buonissimo prodotto ma il costo è molto elevato e non rispecchia il valore del materiale!!Io per caso un giorno in un negozio di vernici per auto ho visto fogli di catrame adesivo identici e con venti mila lire presi una cosa come 10 fogli da 50X30 cm...foderai completamente tutta una GTV v6...suonava da dio e per chiudere gli sportelli fui costretto a due mesi di palestra!
lukeatme Posted - 04 Aug 2005 : 20:56:15
quote:
Originally posted by lukeatme

quote:
Originally posted by speedsound

noi?


volentieri, ma offrirvi il soggiorno in terronia mi costerebbe un po'


Naturalmente uso il termine "terronia" in modo affettuoso per far capire che mi trovo nella splendida Puglia...
lukeatme Posted - 04 Aug 2005 : 20:53:37
quote:
Originally posted by speedsound

noi?


volentieri, ma offrirvi il soggiorno in terronia mi costerebbe un po'
speedsound Posted - 02 Aug 2005 : 21:56:36
noi?
lukeatme Posted - 01 Aug 2005 : 21:55:15
Proprio oggi ho sostituito i woofer con una nuova coppia di migliore (ma non ottima) qualità se confrontati con quelli di serie...
L'unico problema? L'insonorizzazione... e ora chi me la fa??
speedsound Posted - 26 Jul 2005 : 10:16:00
si az audiocomp ;)
fonogel:
E' un gel da dare con il pennello o pistola sopra le portiere e' un composto viscoelastico che asciuga in fretta diventando gommoso ma nello stesso tempo rigido , bisogna stenderlo bene per 2 o 3 mani fino a farlo arrivare ad uno spessore di 0,3 0,5 cm viene venduto in latte da 1 litro ed ha un peso specifico altissimo.
puo' essere applicato a metalli , fibra di vetro e materiali plastici smorza le possibili vibrazioni assorbendo le risonanze fastidiose , rende il materiale su cui e' applicato completamente sordo e converte le risonanze in calore.

© 2004-14 by MR2.ita.co Go To Top Of Page
This page was generated in 0.17 seconds. Snitz Forums 2000